E’ prevista per oggi, 17 giugno, la discussione in Aula del testo base elaborato dalla Commissione Giustizia della Camera dei Deputati  in merito al diritto all’accesso all’identità della partoriente da parte dei minori non riconosciuti alla nascita.

Abbiamo inviato in data odierna una lettera a tutti i Deputati, in cui riportiamo alcuni stralci delle lettere che, dopo la sentenza n. 278/2013 della Corte Costituzionale, abbiamo cominciato a ricevere da R, un donna che, quando aveva 16 anni, si è avvalsa del diritto alla segretezza del parto e che adesso vive nel terrore che il suo passato possa irrompere e distruggere il suo presente e la famiglia che si è costruita, che nulla sa di quella lontana e dolorosa scelta.