Sostegno dai Servizi

L’affidamento prevede il mantenimento e, ove possibile, il   rafforzamento dei legami del bambino con la sua famiglia d’origine.

Il supporto agli affidatari

Gli affidatari devono ricevere dai Servizi Sociali e Sanitari le informazioni necessarie che riguardano il minore, la sua situazione familiare, la sua storia, le sue esperienze, i suoi legami e venire a conoscenza degli elementi utili per comprendere le sue difficoltà, le sue  richieste e le reazioni al nuovo ambiente. Essi devono garantire la necessaria riservatezza sulle informazioni ricevute e non divulgare a terzi quanto hanno appreso. Devono inoltre essere consultati dagli operatori anche in relazione alla  periodica verifica dell’evoluzione del progetto.
Per gli operatori realizzare un affido non significa soltanto mettere insieme la “domanda e l’offerta” ovvero, la disponibilità di una famiglia col bisogno di un bambino. Significa piuttosto seguire e portare avanti in tutta la sua complessità l’intero progetto dell’affido.
Il compito degli operatori è pertanto molteplice, si rivolge infatti contemporaneamente al bambino, alla famiglia d’origine e alla famiglia affidataria.

Come e attraverso quali modalità

La famiglia affidataria riveste una duplice ruolo: è contemporaneamente “utente del servizio”, rendendosi disponibile all’affido, e “risorsa del servizio” nel momento in cui collabora per il progetto di affido.
E’ qui necessario sottolineare che la famiglia affidataria e gli operatori del Servizio hanno un obiettivo comune:  la famiglia affidataria accoglie un bambino con lo scopo di reinserilo nel suo nucleo di origine; il servizio redige un progetto che, sulla base dei bisogni del bambino, indichi in che modo deve essere accolto dalla famiglia affidataria, in che modo può migliorare i suoi rapporti con la propria famiglia, attraverso e dopo quali fasi o cambiamenti può essere reinserito nel nucleo d’origine sostenendo la famiglia lungo tutto il percorso.

Il monitoraggio del progetto

Talvolta, nel progetto di affido possono comparire ostacoli, cambiamenti legati a comportamenti imprevedibili del bambino, di alcuni o di tutti i membri della famiglia di origine, oppure cambiamenti delle condizioni generali di vita o di salute di qualcuno degli attori del progetto. Le famiglie affidatarie sono perciò chiamate a svolgere un compito non facile. Devono innanzitutto osservare i comportamenti e le difficoltà del bambino, relazionando in merito ai Servizi. La fiducia reciproca è quindi fondamentale. Solo la condivisione delle situazioni permette agli operatori di aiutare la famiglia affidataria a tollerare sofferenze e difficoltà e meglio comprendere lo sviluppo del minore.
La presenza degli operatori del Servizio ha una frequenza che varia nei diversi momenti dell’affido, correlata alla difficoltà che l’affido incontra. Risulta particolarmente intensa nei momenti più difficili e cruciali come l’inizio, la chiusura o eventi particolari (litigi, separazioni, cambiamenti di programma, interventi dell’autorità giudiziaria) che possono riguardare la famiglia affidataria, il bambino e anche la famiglia d’origine.

Altre modalità di aiuto

Nel progetto di affido sono attivabili altri interventi legati alle necessità del minore e degli affidatari  quali, ad esempio:

    • l’affiancamento di un educatore
    • la frequenza di un doposcuola
    • una vacanza organizzata senza la famiglia affidataria

 

Scheda a cura dell’Anfaa

Se solo il mio cuore fosse di pietra

Un libro che racconta il lento, doloroso e faticoso ritorno alla vita di un gruppo di bambini cresciuti nei lager e accolti in Inghilterra in una

leggi tutto

Il racconto di una carezza: grazie Pino Roveredo

Condividiamo il rammarico della nostra sezione di Trieste per la scomparsa dello scrittore Pino Roveredo.

leggi tutto

Iscrizioni scolastiche

Dal 9 al 30 gennaio 2023 è possibile effettuare le iscrizioni per l’anno scolastico 2023/2024 ed è importante sottolineare le prassi adatte per gli alunni e le alunne nelle fasi dell'affidamento "a rischio giuridico", del collocamento provvisorio e dell'affido

leggi tutto

Tesi-Genitorialità biologica e affidataria: un’indagine4 su stress parentale e sostegno sociale percepito

[wi_media autore="Anastasia Diletta Graham" editore="Università degli Studi Milano-Laurea Magistrale in Scienze cognitive e processi decisionali. " anno="2022" tratta="La genitorialità rappresenta un passaggio

leggi tutto

Libro – Le case di Luca

[wi_media autore="Roberto Piumini" editore="Manni " anno="2017" tratta="L'autore, con penna lieve e garbata, spiega cos'è l'affido, come funziona, cosa provano le famiglie - quella di origine e quella affidataria - e

leggi tutto

I media e la MANCATA CONTINENZA

Come Anfaa condividiamo e trascriviamo l'intervento con la denuncia pubblicata su Facebook da #IlCorpoEstraneo: Il modo in cui i media, TUTTI: carta stampata, TG e approfondimenti, testate social hanno trattato la vicenda della giovane mamma di

leggi tutto

L’adozione si trasforma – corso CAI-IDI

Dalla CAI: L'adozione si trasforma. Risposte nuove ai bisogni dei bambini. La Commissione per le Adozioni Internazionali mette a disposizione i corsi realizzati nel 2020 on-line con l'Istituto degli Innocenti. Tre i percorsi: giuridico, psicosociale e

leggi tutto

AUGURI!

Ringraziamo tutti coloro che hanno versato la quota associativa (sia ad Anfaa nazionale che alle sezioni) base indispensabile per realizzare i nostri programmi che, peraltro, comprendono anche la partecipazione a importanti progetti come ad esempio

leggi tutto

Parto anonimo – Appello Anfaa

Ci sono alcuni non detti fondamentali dietro gli episodi, registrati negli scorsi mesi, di abbandon o di neonati. Da Monza a Trapani, i ritrovamenti (per fortuna di neonati v ivi, coa che non sempe accade)

leggi tutto

I bambini e le raccolte fondi

Concordiamo con quanto denunciato da Carla Garlatti - Autorità Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza denuncia raccolta da Vita  "I bambini e la raccolta fondi".  Va inoltre stigmatizzato l'uso improprio e fuorviante del termine "adozione

leggi tutto
Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy