Il rilancio degli affidamenti familiari

Secondo l’Anfaa per rilanciare gli affidamenti familiari è necessario promuovere:

  • lo sviluppo degli affidamenti “diurni” o “da famiglia a famiglia” e di quelli consensuali, realizzati d’intesa con la famiglia d’origine, per invertire la situazione attuale che, come già evidenziato, vede predominanti gli affidamenti giudiziari
  • un impegno prioritario, in un’ottica preventiva, nei confronti dei bambini della fascia di età 0-6 anni, che non possono e non debbono essere ricoverati in strutture comunitarie in quanto maggiormente risentono delle conseguenze negative derivanti dalla carenza di cure familiari nei primi anni di vita.

 Il  lavoro della Cabina di Regia e del CNSA per rilanciare gli affidamenti familiari

Segnaliamo il progetto nazionale “Un percorso nell’affido”, attivato nel 2008, la cui Cabina è composta da rappresentanti di : Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali , Dipartimento per le politiche della famiglia, Coordinamento Nazionale Servizi Affidi (CNSA), Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, UPI, ANCI, Centro nazionale di documentazione e analisi per l’infanzia e l’adolescenza e Comune di Genova. La Cabina si è attivata per “promuove la realizzazione di una mappa nazionale delle realtà operanti per l’affido, attività di formazione, scambi di esperienze, l’elaborazione di strumenti di informazione e orientamento riguardanti l’istituto dell’affidamento familiare, nonché la raccolta di materiali di documentazione, leggi e atti di indirizzo” e  “attraverso il necessario confronto con le amministrazioni regionali e locali, Un percorso nell’affido mira all’elaborazione di proposte metodologiche e operative utili per la comunità professionale e per le associazioni e le reti familiari“.
Il progetto si è snodato attorno alle seguenti attività :

  • banca dati dei servizi ed esperienze sull’affido che fornisce la mappatura delle realtà pubbliche e private operanti in Italia e segnala i progetti più significativi realizzati;
  • seminari nazionali di formazione;
  • scambi di esperienze (seminari tematici regionali e scambi inter-regionali);
  • elaborazione di strumenti di informazione e di orientamento  culturale e operativo rispetto ai temi affrontati;
  • raccolta di materiali di  documentazione, leggi e atti di indirizzo.

Nel 2009 sono stati realizzati  quattro seminari  nazionali di informazione sui seguenti temi: Affidamento… affidamenti (Roma, aprile 2009); I centri e i servizi per l’affido familiare (Potenza, giugno 2009); Linee guida e prassi per l’affidamento familiare (Catania, settembre 2009);  Servizi, affido e autorità giudiziaria (Genova, ottobre 2009).
La Cabina di Regia sta ultimando la stesura delle Linee guida sull’affidamento familiare per orientare le Istituzioni preposte (in particolare le Regioni, i Comuni, le ASL, la magistratura minoril…) sulle potenzialità e le modalità attuative delle diverse tipologie di affidamento; alla emanazione di queste. E’ intenzione della Cabina di di Regia far seguire le Linee guida da un “Sussidiario”, incentrato sulle proposte di buone prassi in materia di affidamenti.

Rilanciare gli affidamenti familiari : il  ruolo delle Associazioni

Sul versante associativo si segnala che le associazioni e reti nazionali e regionali di famiglie affidatarie impegnate da anni in percorsi di riflessione comune sulla tutela del diritto dei minori alla famiglia hanno costituito nel 2010 un  Tavolo nazionale di lavoro, la cui  “base comune” di riferimento è costituita dal documento “10 Punti per rilanciare l’affidamento familiare in Italia“: le proposte del documento si inseriscono nel solco della riflessione e dei documenti maturati nel pluriennale confronto delle Associazioni/Reti con il CNSA (Coordinamento Nazionale dei servizi affido) e prende a riferimento l’analisi condivisa con altri organismi del terzo settore in seno al Gruppo CRC (Gruppo di lavoro per la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza) come esposta nel 2° Rapporto Supplementare alle Nazioni Unite del novembre 2009.

 

Scheda a cura dell’Anfaa